Il potere delle onde sull’essere umano

Abbiamo parlato spesso delle onde su fileane.com. In particolare nel capitolo La vita dopo la vita e nel libro La divina connessione del Professor Melvin Morse che scrive che la nostra coscienza non è nel nostro cervello e che il nostro corpo è collegato da onde a una fonte di vita.

In questo articolo continuiamo “la pista delle onde” appositamente elettromagnetiche poiché i ricercatori hanno trovato le loro tracce e influenze nel corso dei loro esperimenti.

Inoltre, il nostro lettore sa che abbiamo lavorato per un certo periodo in un laboratorio di onde acustiche specializzate, da cui la nostra curiosità sempre presente sulle onde.
Riceviamo queste onde o le produciamo in particolare attraverso il grido appreso dai nostri antenati e che ancora esistono in alcune delle nostre regioni.Non

affrontiamo qui le onde negative che inquinano e distruggono i nostri corpi carnali.

Quanto segue non è nuovo, ma i documenti che presentiamo sottolineano l’attuale speranza in una nuova medicina. Questo articolo della nostra Tribuna prepara anche il capitolo che redigiamo sulle Istituzioni sociali e i Servizi alla persona, tra cui la Salute.

Qui vengono presentati quattro casi: la memoria dell’acqua, gli effetti benefici delle onde del gatto, la guarigione o una migliore salute dalle onde, il grido rustico o primordiale che identifica i popoli che hanno la stessa origine storica millenaria.

Il testamento segreto di un premio Nobel per la medicina in memoria dell’acqua

Documento: Gabriel Combris – Lettera Diretta Salute 25/08/2023

Tutto è pronto per “la nuova medicina …”

Il famoso professor Montagnier, premio Nobel per la medicina, avrebbe scoperto negli ultimi anni della sua vita il segreto ultimo della medicina del futuro.
Troppo visionario.

Al punto che i suoi lavori recenti, forse più importanti di quelli per i quali ha vinto il Nobel, potrebbero passare sotto silenzio!
Mentre il mondo della ricerca era ossessionato dalle molecole chimiche, il professor Montagnier si interessò a un elemento naturale. La più semplice di tutte: l’acqua.
E quello che ha dimostrato potrebbe cambiare la medicina per sempre! 

I ricercatori non sanno quasi nulla sull’acqua

Bisogna dire che, contrariamente a quanto immaginiamo, i ricercatori riconoscono oggi di non sapere “praticamente nulla sull’acqua”

Vi sembra folle che il liquido più presente sulla Terra sia anche il più misterioso? Eppure è così. A tal punto che alcune domande rimangono senza risposta:

  • Perché l’acqua è l’unica sostanza al mondo che può essere presente in tre stati? Liquido, gassoso e solido. 
  • Perché la tensione superficiale dell’acqua è la più alta tra tutti i liquidi? 
  • Perché l’acqua è il dissolvente più potente al mondo? 
  • In che modo l’acqua supera la gravità della Terra spingendosi verso l’interno dei grandi alberi, superando la pressione di decine di spigole?
  • ecc.

Ma ecco…

Il segreto che il professor Montagnier ha scoperto sull’acqua può trasformare la vostra salute per sempre… Infatti, la sua scoperta potrebbe presto permettere di curare malattie molto gravi e diffuse come: l’
Alzheimer, il Parkinson, la sclerosi multipla, ma anche la malattia di Lyme, l’autismo, alcuni tumori e anche… l’invecchiamento prematuro.
Tra un momento vi dirò come è possibile.

Ma prima di questo, per capire bene, devo raccontarvi la storia folle che ha spinto questo scienziato a guardare “il lato nascosto” dell’acqua…. 

Sud-est asiatico, 1956.

In un laboratorio militare segreto dedicato allo sviluppo e alla fabbricazione di armi di distruzione di massa, un piccolo gruppo di scienziati lavora da diversi anni alla creazione di un’arma batteriologica di nuova generazione.

Durante un incontro, le discussioni vertono sulle future caratteristiche di questa arma. Quando all’improvviso la riunione deve essere interrotta…
Tutti i partecipanti sono portati al pronto soccorso a causa di sintomi simili a quelli di una forte intossicazione alimentare.
Il problema: l’inchiesta si è arenata. In questa sala riunioni… non c’è traccia di cibo, virus o batteri. Gli scienziati non hanno consumato nulla, tranne l’acqua che si trovava sul tavolo delle riunioni.
Quindi è l’acqua che era avvelenata? No, no, no.

Dopo l’analisi, nessun elemento tossico è stato rilevato… La sua composizione chimica era solo H2O. E nella loro relazione, i medici hanno concluso che la causa dell’intossicazione era dovuta all’acqua… ORDINARIA!

Rapporto ufficiale sulla causa dell’avvelenamento: acqua ordinaria…

Solo 20 anni dopo è stata formulata un’ipotesi che spiegasse il fenomeno dell’intossicazione. L’acqua avrebbe una “memoria”. Potrebbe memorizzare tutto ciò che accade nel suo ambiente. E…

Questo significa che le onde emesse vicino all’acqua avrebbero il potere di alterarne la struttura

Questa è l’unica spiegazione che gli scienziati hanno trovato finora.

L’acqua del laboratorio potrebbe essere stata “contaminata” da onde emesse come parte del lavoro dei ricercatori per creare un’arma di distruzione di massa. Vi sembra folle?

Sì, lo sono. Qualsiasi mente razionale direbbe che è impossibile…Io per primo. Finché non ho studiato i risultati dell’esperimento del professor Montagnier.

Ma prima di mostrarveli…

I nostri antenati non avevano mai immaginato che l’acqua avesse una memoria? 

Dopotutto, trasformavano l’acqua corrente in acqua curativa usando contenitori d’argento… E non veniva usato nient’altro che il contatto con l’argento. Eppure, secondo la scienza moderna, è solo acqua all’interno…

Questo è quanto spiega il professor Rustum Roy, fisico, professore alla Pennsyvania State University, riguardo “l’acqua strutturata”:

Ad oggi, l’acqua strutturata o dinamica è il miglior antibiotico che esista. Al punto che l’esercito americano ha usato quell’acqua in Iraq e Afghanistan. Basta una molecola su 100 milioni di molecole di acqua potabile per distruggere tutti i germi presenti in una ferita. Il presidente degli Stati Uniti utilizza acqua strutturata per disinfettare le mani”.

Ma come ho detto, agli occhi della scienza, è sempre acqua ordinaria…

Il dottor Roy aggiunge:

“Abbiamo studiato la composizione chimica dell’acqua, ma, sorprendentemente, non è andata a buon fine, perché la composizione chimica è molto meno importante della sua struttura”.

È così che funzionerebbe la memoria dell’acqua… Non modificando la sua composizione chimica… ma ristrutturandosi per memorizzare l’informazione inviata dalle onde della materia che la circonda! Pensate che sia complicato? Vi assicuro, non lo è affatto. Guardate cosa succede dopo:

Ora devo parlarvi dei risultati dell’esperimento del Professor Montagnier

Perché ciò che ha scoperto a memoria dell’acqua può cambiare la vita e la salute di milioni di persone nel mondo. Ma troppo poche persone si interessano al suo lavoro. E la maggior parte delle persone non potrà trarre vantaggio dalle sue scoperte prima di una decina d’anni… Ora questo è quello che è successo nel corso della sua esperienza…

Il professor Montagnier ha immerso in acqua un frammento di DNA di un virus. Poi diluì quell’acqua. Una prima volta, una seconda, ecc. Esattamente come si procede con i rimedi omeopatici.

Dopo diverse diluizioni, NON rimane più NULLA della molecola chimica nell’acqua. E questo è ciò che tanto vale criticare l’omeopatia… 

In assenza di tracce di molecola, come può il rimedio avere un effetto diverso dal solo placebo?

A meno che… l’acqua non abbia una memoria. 

E proprio… il professor Montagnier riuscì a dimostrare che c’era ancora “qualcosa”, ma non era solo chimico! Infatti… Dopo la sesta diluizione, i tubi hanno emesso un SEGNALE. 

Un segnale “elettromagnetico”, mai scoperto prima. L’acqua ha semplicemente tenuto il segnale del DNA del virus “in memoria”!

E non è tutto. Questo segnale elettromagnetico è stato captato e registrato su un computer… …poi è stato inviato ad un altro laboratorio, in Italia. Lì, gli scienziati italiani hanno “trasmesso” il segnale elettromagnetico ricevuto dal professor Montagnier… a un semplice tubo di acqua pura. Ciò significa che hanno emesso il segnale vicino all’acqua per 1 ora. Poi hanno fatto un test PCR in quell’acqua. 

… E hanno trovato un DNA del virus identico al 98% a quello inviato dal laboratorio del professor Montagnier!

Vi rendete conto????? Nessuna molecola ha “viaggiato”, eppure il virus c’è!!

Forse non lo capite ancora… ma le conseguenze di questa scoperta sono molto importanti.

Questo significa che la capacità dell’acqua di immagazzinare e trasmettere informazioni è fondamentale per il nostro organismo.

Significa anche che le sole onde dei virus possono farci ammalare. Vedete di persona cosa ne dice il professor Montagnier:

“Siamo stati in grado di collegare i segnali nel sangue a malattie molto gravi e diffuse come il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla, ma anche il morbo di Lyme, l’autismo e alcuni tumori.”

Quindi, se ci sono onde che possono farci ammalare… Ci devono essere onde che possono curarci!

E per il professor Marc Henri, chimico e fisico quantistico all’Università di Strasburgo, questa idea potrebbe rivoluzionare tutta la medicina:

Si passerà alla nuova medicina, quella in cui si cura con le onde e con l’acqua”.

Ma le autorità mediche devono accettare di esplorare questa strada.  E questa… è un’altra storia. Perché il “grande difetto” della medicina elettromagnetica… è che è gratuita, o molto economica.

E così ha capito il professor Montagnier:

“Il giorno in cui ammettiamo che le onde possono agire, è che possiamo agire dalle onde, trattare dalle onde. Questa è una nuova area che spaventa l’industria farmaceutica. Un giorno potremo curare i tumori con le onde”. 

Ma capite che non è affare dei venditori di medicinali. L’industria farmaceutica sta facendo il suo denaro creando nuove molecole chimiche brevettabili.

Il Prof. Marc Henri aggiunge:

“Se si curano con frequenza e non con farmaci, diventa estremamente economico”. 

E non è tutto…

Devo parlarvi di una delle conseguenze della scoperta del professor Montagnier che ha un impatto diretto sulla vostra salute. Perché…

 Forse non lo sapete, ma avvelenate la salute se fate così 

Nelle grandi città, l’acqua corrente è immagazzinata in circuiti chiusi. E subisce aggressivi processi di depurazione chimica e filtraggio… Poi torna nelle nostre case ricordando le sostanze chimiche che ha incrociato e la violenza che ha subito!

Guardate voi stessi:

structure eau naturelle
struttura naturale dell’acqua
structure de l'eau du robinet
struttura dell’acqua del rubinetto

A sinistra vedete la struttura dell’acqua naturale che scorre nei nostri fiumi. A destra c’è la struttura dell’acqua che scorre migliaia di chilometri attraverso le tubature del fiume prima di arrivare nel vostro rubinetto, subendo numerose modificazioni tossiche.

Queste immagini parlano da sole.

Pensate alla storia di questi scienziati che si avvelenarono con l’acqua…… solo la struttura era diversa.

E tenete anche a mente i risultati dell’esperienza del professor Montagnier! È riuscito a trasmettere un virus in acqua pulita attraverso le onde.

Immaginate cosa ha tenuto a mente l’acqua dei rubinetti dopo tutto ciò che ha subito…

Inoltre, osservate la differenza tra acqua ben strutturata e acqua mal strutturata nelle colture.

effet de l'eau structurée sur les récoltes

A sinistra il frutto è più grande e più maturo, mentre a destra non è stata immessa acqua strutturata

È noto che l’utilizzo di acqua strutturata riduce il tempo di maturazione delle verdure e ne moltiplica il valore nutritivo per 6.
È quanto spiega il dott. Wang Guiha, agronomo cinese:

“Quando si confrontano i germogli trattati con acqua strutturata, erano lunghi, regolari e forti. I germogli non trattati erano invece corti, fini e fragili.”

“Si constata che le piante ottenute dai semi che sono stati trattati sono mature, mentre gli ortaggi i cui semi non sono stati trattati sono ancora verdi. Il legame tra quest’acqua e la crescita delle verdure e della frutta è quindi stabilito.”

Se l’acqua ha un impatto così forte su frutta e verdura… … immaginate cosa significhi per la salute se l’acqua di qualità fosse tossica.
È un disastro per la salute. Ma passeranno decenni prima che il lavoro del Professor Montagnier venga riconosciuto.
E nel frattempo, la gente continuerà ad avvelenarsi ogni giorno.

Ma se siete ancora lì a leggermi,
vuol dire che avete capito l’enorme importanza dell’acqua per la vostra salute.

Ed è per questo che abbiamo deciso di pubblicare un’indagine interamente dedicata a questa meravigliosa sostanza della vita:

“L’acqua che guarisce”. Il libro best seller in versione cartacea ora disponibile presso VivaSanté Editions

L'eau qui, guérit, le testament secret d'un Prix Nobel de médecine

“Acqua guarita” è un libro di eventi che integra le più recenti ricerche sulla memoria dell’acqua e propone le migliori pratiche da adottare per sfruttare al meglio i poteri

dell’acqua è incredibile.

altra documentazione e video:

https://www.la-croix.com/Religion/Actualite/Professeur-Montagnier-L-eau-a-des-proprietes-extraordinaires-peut-etre-celle-de-Lourdes-aussi-NG-2012-06-12-817663

Il professor Luc Montagnier e i lavori avanguardisti sulla memoria dell’acqua

La Memoria Dell’Acqua! Documentario Completo 2014

È stata ritrovata la Memoria dell’Acqua, Luc Montagnier.

Un’azione diretta del suono dei gatti sull’organismo

Documento:

Pastel, Rouki e Minou, vi dico GRAZIE!

Per molte persone anziane, un animale domestico è una fantastica fonte di divertimento e gioia. Si tratta di una presenza rilassante e amichevole, che dà uno scopo al quotidiano, favorisce gli incontri, mobilita le sue energie su obiettivi positivi.

Ma gli animali domestici fanno anche meglio. Si prendono cura direttamente della nostra salute… e in modo molto particolare…

Prendiamo il cuore, per esempio.

In una recentissima rassegna di studi è stato confermato che il semplice fatto di possedere un animale da compagnia riduce significativamente il rischio di morire di una malattia cardiovascolare.

Se siete già affetti da una condizione cardiaca cronica e avete un cane, il rischio può essere ridotto di quasi il 61%!

Il meccanismo alla base di questi risultati è ancora misterioso, ma gli scienziati credono che derivino da un’azione benefica sul sistema nervoso parasimpatico.

Questa sottocategoria del sistema nervoso è responsabile di mantenere lo stress dell’organismo sotto controllo. È, insomma, il sistema dello “zen e del cool”, mediato da un neurotrasmettitore: l’acetilcolina. Abbassa la pressione sanguigna, rallenta la frequenza cardiaca, rilancia la digestione. In breve, fa in modo che il corpo risparmi la sua energia e la usi al meglio.

Il semplice fatto di portare a spasso il vostro cane, giocare con il vostro gatto o godersi momenti coccolosi con il vostro coniglio basterebbe a potenziarne l’attività, per il massimo bene del vostro cuore, quindi!

Uno studio condotto durante il periodo di confinamento in Italia, ha del resto dimostrato che la presenza di un animale domestico diminuisce lo stress come l’ansia, tra gli anziani: un fattore di problemi cardiovascolari in meno!

Terapia con gatti

Una terapia molto speciale è stata messa a punto dal dottor Jean-Yves Gauchet, veterinario, a partire dalle fusa del gatto, che secondo alcuni studi agisce come un medicinale senza effetti collaterali! Quando si studia lo spettro sonoro di un gatto che ronza, ci dice il dottor Gauchet, “si vedono comparire principalmente suoni molto gravi, scaglionati su frequenze da 25 a 50 hertz.

Si tratta di “bassi”, ben noti ai compositori musicali, poiché permettono di provocare emozioni.

Sussisterebbe quindi un’azione diretta del suono sull’organismo. Ma possiamo misurarla?

I medici ortopedici hanno usato l’azione di queste frequenze per consolidare le fratture, per curare le artrosi decadenti. Con risultati che accelerano il processo di cicatrizzazione, la creazione di nuovi tessuti.

In breve, queste basse frequenze avrebbero un’azione anabolizzante.

“A parità di frattura, il gatto si riprende tre volte più velocemente di qualsiasi altro animale”, spiega Véronique Aïache nel suo libro La ronronoterapia

Le vibrazioni emesse dalle fusa sono state del resto riprodotte dai fisioterapisti per accelerare la guarigione ossea.

E non è tutto.

Ascoltare il ronrone del gatto porta a una produzione di serotonina, l’ormone della felicità, coinvolto nella qualità del nostro sonno e umore.

“È un potente antistress, regolatore della pressione sanguigna, potenziatore delle difese immunitarie e supporto psicomotorio”.


I “ronauti” che riferiscono le loro impressioni mostrano un interessante miglioramento:

  • Effetto molto evidente sull’addormentamento.
  • Rilassamento profondo.
  • Riduzione immediata e significativa dello stress.
  • Attivazione della circolazione di energia con formicolio tipico nei palmi delle mani e dei piedi.

L’ascolto deve essere silenzioso e a bassa intensità, la cosa migliore da fare è usare le cuffie.

Troverete su Internet moltissime sessioni di ronron offerte da Pastel, Rouki, Minou e qualche altro (cercate “ronoterapia su un motore internet)

Balsamo al cervello

Ma il vostro compagno peloso (o non peloso) non si occupa solo del vostro cuore.

Inoltre, aiuta a proteggere il cervello dal declino.

… anche un balsamo al cervello!

In uno studio condotto su 21 individui sani, i ricercatori hanno dimostrato che le interazioni ripetute con gli animali (in questo caso cani) stimolano l’attività della corteccia prefrontale. Ovvero, il centro della memoria, del linguaggio e del ragionamento, tutte funzioni cruciali che possono essere regolarmente allenate e potenziate da una presenza animale quotidiana.

Un team dell’Università del Michigan ha voluto saperne di più, e ha seguito 1300 anziani per un po’. Alcuni avevano animali domestici, altri no.

E i ricercatori hanno scoperto, attraverso i test cognitivi, che coloro che non possedevano animali domestici vedevano le loro funzioni cognitive diminuire ad un ritmo molto più veloce rispetto a coloro che possedevano animali domestici.

Di nuovo, una riduzione dello stress e dell’ansia e l’attivazione del sistema parasimpatico e della corteccia prefrontale, possono spiegare questo fenomeno. Ma anche l’esercizio fisico regolare che implica il mantenimento di un animale da compagnia, o ancora i legami emotivi che si hanno con lui.

Quindi concludo dicendo loro un grande grazie per prendersi così bene cura di noi… e dei nostri anziani!

Salute!

fonte: Gabriel Combris

https://www.directe-sante.com/pastel-rouki-et-minou/#respond

SCALAR SPOOKY II

Le onde che guariscono

Un generatore universale di ritorno alla salute verso una medicina del futuro

La parola “scalare” cugino di “scalare” ovviamente evoca “energia scalare” o “onde scalari“. Questo futuristico panel tecnologico ancora molto esoterico per la scienza ortodossa di oggi è stato scoperto nel 19° secolo dallo scozzese James Maxwell, grande matematico e fisico ancora famoso nelle nostre università. Fu lui a formulare le teorie sulla radiazione elettromagnetica che poi furono usate da Nikola Tesla per inventare macchinari che provassero la realtà dell’energia scalare universale.

COSA SONO ESATTAMENTE LE ONDE SCALARI?

Negli anni ’00, Nikola Tesla scoprì queste nuove onde elettromagnetiche che invece di essere trasversali sinusoidali come le conosciamo, sono longitudinali, di forma elicoidale (cavatappi di senso antiorario). La loro caratteristica distintiva è che possono trasmettere energia senza perdite online su distanze infinite, senza la necessità di cavi, e attraverso oggetti solidi, per quanto grandi siano, senza perdita di potenza. Solo molto più tardi sono state battezzate “onde scalari”.

Ma non è tutto, perché la caratteristica principale è che non rispettano la velocità classica della luce di 300.000 km/secondo (unità di misura adottata per le distanze astronomiche) poiché la sua trasmissione è istantanea indipendentemente dalla distanza.

NOTA:

Il pensiero è di trasmissione istantanea ed è obbligatoriamente di natura scalare.

  1. Milioni di informazioni scalari provenienti dall’universo ci irrigano e nutrono con energia il nostro corpo e la nostra mente giorno e notte attraverso i mitocondri (microfoni centrali elettriche) nei nostri miliardi di cellule.
  2. Tutte le cellule del nostro corpo comunicano costantemente in modalità scalare.
  3. Il DNA umano, animale o vegetale è elicoidale, il che lo rende un recettore accordato su opportuni campi scalari terrestri ed esotici planetari.
  4. Inoltre, queste onde sono in grado di trasmettere informazioni curative di sostanze terapeutiche naturali, ed è questo che ci interessa particolarmente.

LA TECNOLOGIA SPOOKY 2

John Whitechercher di alto livello con sede in Nuova Zelanda, ispirandosi ai lavori avanzati di Royal Rife e Nikola Tesla, è stato il progettista di una vasta gamma di dispositivi terapeutici Spooky 2 (Spooky è un termine inglese di slang per dire bizzarro o strano). Personalmente ho testato molto positivamente intorno a me e su di me alcuni di questi dispositivi per i quali ho poi pubblicato articoli, come il Miramate light pad e il Miramate wrist-X. 

Ma questa volta, presento lo SCALAR,la perla rara che abbiamo in tre esemplari con il mio amico Laurent Ingegnere e che abbiamo intensamente sperimentato per un anno e mezzo per molti problemi di salute della nostra famiglia e del nostro entourage – siamo stati in grado di definire i limiti della sua efficacia in alcune malattie pesanti di fronte a complicate causalità. 

Eunice Ingham una grande guaritore diceva: “Tutte le malattie sono curabili, ma alcuni malati non lo sono… “. Inoltre, “è utopico credere di poter guarire (e non solo alleviare) una malattia se non si elimina prima la causa che l’ha creata”. Tutti gli assistenti devono essere consapevoli di questo.

UN OTTIMO SISTEMA DI SPOSTAMENTO ENERGETICO GLOBALE 

Lo Scalar si compone di due valigie, una trasmittente e l’altra ricevente. 

Le Scalar se compose de deux valises, l’une émettrice l’autre réceptrice

Prima di ogni uso, esse devono essere sintonizzate tra loro mediante un potenziometro e un misuratore di volume che consentano di catturare il massimo campo eterico di vita locale e un pulsante di prova che permetta di verificare il collegamento effettivo trasmettitore/ricevente. Questa energia scalare sarà poi diretta verso la persona da curare che è posizionata tra le due valigie. Questa persona diventa allora essa stessa un ricevitore accordato sulla “Sorgente di vita” in grado di respingere le eventuali derive dei suoi campi vibratori biologici generatrici di disordini di salute.

Aggiungiamo che i campi scalari eterici (chiamati secondo le culture tradizionali: orgone o Qi o Tchi o Noùs, ecc.) sono in grado di rimuovere i blocchi di energia a livello meridiano agopuntura, chakra o nadis, che generano numerosi disturbi e sofferenze diverse.

LO SCALAR E LE SUE OPZIONI CONVENIENTI

Lo Scalar spooky 2 è il primo dispositivo scalare al mondo che può fornire 3 diverse possibilità di trasmissione delle onde scalari di cura: scalare puro, scalare con rimedi aggiunti e scalare digitalizzato di Rife. È possibile scegliere in qualsiasi momento quale di queste modalità si adatta meglio alle proprie esigenze.

Modalità scalare pura in presenza fisica

Questo è il modo più semplice di utilizzare lo Scalar per riarmonizzare l’intero corpo e rimuovere i blocchi.

  1. Posizionare i 2 cappucci aperti delle valigie a una distanza minima di 2,15 m o più
  2. Stabilire il collegamento trasmettitore / ricevitore con il filo speciale
  3. Collegare il trasmettitore all’alimentazione a 12V
  4. Sintonizzare il trasmettitore cercando di ottenere il massimo alone luminoso possibile.
  5. Controllare il corretto collegamento trasmettitore/ricevitore premendo e rilasciando il pulsante del ricevitore che deve accendersi
  6. Posizionare la persona da trattare seduta o sdraiata tra le due valigie dopo aver bevuto un po’ d’acqua (il tempo è a richiesta: 10 20 30 minuti o più). Si può mettere una piccola musica dolce. Se una persona prova un qualche formicolio o impazienza, è perché è satura di energia eterica, quindi smettetela.

Fare una seduta al giorno o su richiesta secondo necessità

Modalità scalare pura a distanza, quindi in assenza fisica

Questo è molto utile per le persone molto occupate o che si spostano molto o che vivono a distanza.

Qui si deve posizionare sul piccolo rotondo della valigia trasmittente un riferimento del DNA della persona. Di solito si usano unghie che sono valide solo per 1 mese.

Modalità scalare con rimedio trasmettitore aggiunto

Può essere effettuato sia in presenza fisica del paziente che a distanza.

La terapia può essere più mirata posizionando le sostanze giuste nel flacone o in una tazza di vetro sulla piccola rotonda della valigia ricevente, sapendo che le forme liquide mi sembrano molto più efficaci delle forme solide anche in polvere, tra cui le tinture madre, l’omeopatia in gocce o in fiale e le composizioni naturopatiche liquide, forse oli essenziali ma non ho mai provato.

Ho anche notato che gli scalari, quindi i campi scalari, non amano le molecole chimiche sintetiche che non esistono in natura e che non le trasmettono. Almeno in questo caso, non avremo problemi con Big Pharma a ostacolare le loro vendite.

Per le malattie acute, di solito ottengo un sollievo entro 5-10 minuti… a condizione di aver presentato il prodotto giusto! (la scelta per kinesiologia è molto conveniente).

Nota : se il prodotto è inadeguato, non si prevedono danni.

Modalità scalare con rimedio virtuale aggiunto

In molti casi non dispongo del rimedio desiderato, ma mi impegno a portare avanti la mia esperienza personale e non quella del produttore (John White).

Coloro che conoscono le straordinarie esperienze sul potere delle parole scritte del giapponese Masaru Emoto (vedi il suo libro) non saranno sorpresi dalla mia opzione di sostituire i rimedi con un’etichetta a loro nome. Ma c’è un dettaglio da rispettare: questa deve essere tagliata in carta da lucido classica e scritta con applicazione a matita di minigrassetto tipo 7B per esempio. Ottengo gli stessi risultati e con la stessa rapidità con cui ottengo i prodotti reali.

Modalità scalare associata alle frequenze di Rife

Rife e Tesla hanno scoperto che i patogeni vibrano con una frequenza particolare. Solo la Scalar può modulare queste frequenze utilizzando le onde scalari come portanti, rendendola la macchina da Rife più avanzata al mondo. Inoltre, questa particolare via offre la possibilità di effettuare una scansione diagnostica eccezionale, che può essere eseguita con una scansione di tutte le frequenze elencate associate a disfunzioni di organi o funzioni metaboliche.

Ma stiamo entrando in un campo più complesso e professionale, con attrezzature e documentazione complementare di cui non parlerò in questa sede per limitarmi all’estrema semplicità d’impiego che ci interessa in primo luogo.

Fonte: Michel Dogna

Controllo del clima e armi ad energia diretta:

capire l’impatto delle onde sulla biologia umana.

realtà e sfide – intervista al prof. Tritto France-Soir Pubblicato il 21 giugno 2024

Il professor Tritto, esperto di microchirurgia, nanotecnologie e microbiologia, spiega come le onde sono state storicamente utilizzate per il beneficio delle popolazioni e descrive anche i loro pericoli. Dai raggi X, agli infrarossi, alle onde elettromagnetiche o al 5G, il professor Tritto si occupa anche di tecnologie più recenti come le armi ad energia diretta utilizzate per questioni geopolitiche o di controllo del clima.

“La manipolazione del clima da parte di tecnologie come HAARP è una questione complessa che richiede un approccio scientifico rigoroso e trasparente.”

Analizzando l’evoluzione della medicina energetica e della medicina tradizionale, il professor Tritto dimostra la possibile convergenza tra queste discipline e l’importanza di comprendere l’impatto delle onde sulla biologia umana.

Questo professore dice che è possibile distruggere virus e strutture molecolari con le onde. Guarda il video.

Secondo il professor Tritto, l’arma biologica è molto più flessibile e tattica dell’arma nucleare.

Quegli apprendisti stregoni che cercano di manipolare il meteo

documento: Les Echos Di Charlotte Meyer Pubblicato il 25 gennaio. 2023

estratti:

Man mano che le possibilità di raggiungere lo zero netto netto si allontanano sempre di più, i progetti di geoingegneria per il controllo del clima si stanno moltiplicando. Far piovere, allontanare il calore dal sole, catturare la CO2: queste iniziative sono tuttavia portatrici di rischi irrevocabili.

Mentre il 2022 è stato proclamato l’anno più caldo d’Europa, la geoingegneria per alcuni rappresenta un metodo miracoloso per affrontare le sfide legate alla riduzione delle nostre emissioni di gas serra. Tale strategia comprende tutte le tecniche o le pratiche volte a contrastare gli effetti della pressione esercitata sull’ambiente dalle attività umane, compresi i cambiamenti climatici, dai semplici metodi diffusi di rimboschimento fino all’iniezione di aerosol nella stratosfera o di aerei che causano pioggia.

Ma questi ultimi esperimenti, a volte condotti al di fuori dei laboratori e senza alcun quadro di governance internazionale, preoccupano gli scienziati.

Sin dal XX secolo, gli Stati sanno come inondare la pioggia seminando le nuvole. La tecnica consiste nell’inviare ioduro d’argento nel cielo per aumentare il livello di condensa fino a far scoppiare le nuvole sotto forma di pioggia.

“È una tecnologia che abbiamo imparato dalla guerra del Vietnam”, ricorda Pierre Gilbert, speaker e prospettivista in materia di rischi climatici.

Nel 2021, lo studio “Global Trends 2040”, pubblicato dal National Intelligence Council degli Stati Uniti, indica come probabile che nei prossimi anni ci sarà il rischio di una diffusione unilaterale della geoingegneria solare da parte di soggetti pubblici e privati. “Lo sviluppo della geoingegneria solare potrebbe alterare le precipitazioni, avere conseguenze sull’agricoltura, causare inondazioni importanti, e quindi causare tensioni tra chi le utilizza e il territorio colpito”, spiega la ricercatrice. Tali rischi sono legati anche alle informazioni che gli operatori saranno disposti a fornire. “È possibile che la geoingegneria venga implementata senza dichiarazione. In questo caso, sarà difficile stabilire se le perturbazioni osservate sono il risultato di un’implementazione tecnologica o del riscaldamento climatico”.

Il grido rustico nella notte.

Documento: La sfida catara, Renée-Paule Guillot, Robert Laffont, gli enigmi dell’universo, 1975.

Capitolo 6 I berberi, estratto: il filetto ariegese

Nel 1934, nel massiccio del Tezekka, in pieno atlante marocchino, l’esploratore ariegese Norbert Casteret interroga invano l’orizzonte. Non c’è traccia. Non c’è traccia, non c’è cammello. Si è perso e la notte sta cadendo. Ed è il deserto.

“Improvvisamente mi venne in mente, racconta, di lanciare un biglietto per segnalare la mia posizione a mia moglie che doveva trovarsi nei paraggi con tre portatori caldi. Con mio grande stupore, il grido ariegese che non si improvvisa tanto è strano e complicato mi fu rispedito fedelmente ma ancora gutturale da un vassoio indigeno. Ripetevo l’urlo variando le modulazioni finali: risposta identica.

“Andando nella direzione del mio partner, vidi un pastore berbero che gridava per la terza volta, ma riconoscendo un europeo, il mio uomo scomparve e non volle più rispondere”.

“Il gilet ariegese, ci spiega ancora Castelet, consiste in una rumorosa esplosione acuta che ricade in cascata frenetica. Il suo carattere peculiare le deriva soprattutto dal piccolo tremore che il viminale prolunga sulla sillaba hi, subito dopo l’esplosivo clamore iniziale. Non si tratta di un tremolo o della ripetizione di una stessa nota, ma è parte di entrambi. Il gilet deve essere gettato a gola piena con una voce affilata, stridente e glassante. Questo grido porta a una distanza molto grande.

Sentito nelle alte solitudini e soprattutto di notte, è di una stranezza che sorprende e impressiona”.

fonte: Norbert Casteret, Esplorazioni del XX secolo, pagg. 258-261.

Un grido, che non è quindi alla portata di tutti… “Eppure, conclude Casteret, abbiamo avuto modo di constatare che il gilet pirenaico è conosciuto e usato dai Berberi dell’Atlante marocchino”.

Questa rivelazione è di primaria importanza. Da sola dimostra una parentela innegabile tra Ariegois e Berberi. Parentela profonda, razza e sangue.

Questo perché il cosiddetto grido rustico è il verbo primordiale, la vibrazione originaria di un popolo. Il suo marchio di fabbrica. Lo distingue per sempre da tutte le altre razze (nella specie umana), ed è attraverso di lui, più che da una linguistica spesso fumatrice, che si scoprono insospettabili parentele razziali tra nazioni le cui tradizioni e i cui simboli comuni sono da tempo andati nel dimenticatoio.

L’urlo è istintivo. Si trasmette così come gli antenati lo portarono in pancia, libero da ogni input, libero da interpretazioni.Da tempo remoto, di generazione in generazione.

Questo cugino di Berberi e Ariegesi, scoperto da Casteret nel gilet, è sottolineato da uno specialista di storia ariegese, Adolphe Garrigou, che riassume così i contributi dei millenni:

“A seguito di antiche lotte tra i popoli dell’Asia occidentale, un capo potente, Abraha il signore, si avventura in Libia e vi respinge (secondo i liberi punici di Hiesal riprodotti da Salluste) i frammenti di venti popoli sconfitti, in particolare di armeni, palestinesi, persiani, medi e caldei.

Una parte di questi popoli rimane in Africa, sono i berberi. L’altro attraversa lo Stretto di Gabès, sono gli Iberici”.

Gli Iberici sono in realtà le Tartesse, fratelli gemelli dei Berberi, ben prima degli Iberici propriamente detti, che entreranno in Spagna dal Nord, quindici cent’anni dopo e che daranno il loro nome alla penisola: Iberia”.

fine del documento

Su questo grido di aggregazione del popolo Iberico e Berbero, praticato nei Pirenei come nell’Atlante marocchino, ritroverò i nostri due gatti e le loro note fusa. Cercherò anche se abbiamo un taglio d’argento per metterci dell’acqua in modo che cambi struttura… e vedere se questo fa un effetto curativo sui gatti e poi vedremo… C’è anche da rileggere questo libro:

cliquez sur l’image pour découvrir ce livre

Continua a leggere

un plant de chanvre Nuovo

I vantaggi della coltivazione della canapa

17 Giugno 2022

Documento: Prima di immergerci in i numerosi vantaggi specifici della coltivazione della canapa, è importante sottolineare che la canapa è la fonte ideale per raggiungere una vasta gamma di obiettivi definiti nel Green Deal europeo. L’accordo è un pacchetto di iniziative politiche della Commissione europea volte a rendere l’Europa climaticamente neutra entro il 2050. La […]

logo de la nasa Nuovo

La NASA ammette che il cambiamento climatico è dovuto a cambiamenti nell’orbita solare della terra.

27 Ottobre 2022

Estratti di documento: Per oltre 60 anni, la National Aeronautics and Space Administration (NASA) sa che i cambiamenti che si verificano nei regimi climatici planetari sono completamente naturali e normali. Ma l’agenzia spaziale, per qualsiasi motivo, ha scelto di lasciare la bufala del riscaldamento globale dell’origine umana persistono e si diffuse, a scapito della libertà […]

Nuovo

Polvere di idrogeno: questa invenzione ha tutto per diventare il carburante del futuro.

27 Ottobre 2022

Abbiamo seguito il file di idrogeno come fonte di energia per molto tempo. Alcuni anni fa eravamo entusiasti della bici della batteria idrogeno realizzata nel paese basco: Il Pragma basco vende i suoi generatori di elettricità idrogeno in Giappone La società specializzata in bici elettriche fornite con idrogeno ha sviluppato un mini-gruppo che genera generatore […]