Tordesillas il papa divide il mondo per proibire il ritorno dell'organizzazione templière in rete

estratto di “di Eleusis a Dendérah, l'evoluzione vietata„, la conferenza di Nancy.

 

Quando Colomb attua con successo i suoi viaggi, si urtò rapidamente all'ostilità dei suoi superiori. Fin dal ritorno di Colomb, il papauté, che vuole anticipare sulle scoperte future, divise con una conoscenza notevole ed una rapidità lodevole il nuovo mondo tra spagnoli e portoghese.  e quest'ultimi grazie alla loro carta segreta si erano permessi di richiedere una correzione trascurabile che andava dare loro in seguito possesso di tutto il Brasile. Nel giugno 1494, al trattato di Tordesillas, la linea di delimitazione tra le due parti della sfera attribuite rispettivamente allo Castille ed al Portogallo, linea fissata il 4 maggio 1494 da una bolla del papa Alexandre VI, è rinviata a tre cento settanta miglia all'ovest del Capo Verde. Pertanto, il Brasile cade nel settore riservato del Portogallo. In questo trattato, il papauté proibisce a qualsiasi altro marinaio di recarsi in America senza autorizzazione preventiva di Roma. Fu un modo di allontanare i marinai francesi che almeno da quattro cento anni, con la flotta templière facevano segretamente commercio con il nuovo mondo per non urtare di fronte il potere papal. Da seguito, i capitani delle navi dei porti francesi trasgredirono quest'ordine del papa e si organizzarono per condurre la pirateria: l'attacco di tutte le navi portoghesi e spagnole che ritornavano di America. Meglio, i filibieri francesi condussero spedizioni a distruggere le colonie portoghesi e spagnoli. Non è stupefacente apprendere ora che il filibiere più famoso e più ricco fu un armatore di Dieppe chiamato Trébutor poiché Dieppe è bene il porto nel quale si trasmise la carta del nuovo mondo tra i Normanni ed i templiers. Sostenuti con discrezione da François Ier, quest'armatori lavoravano per loro conto senza costituire una marina reale francese. Molto rapidamente, la vita politica europea si organizzò per approfittare delle ricchezze del nuovo mondo saccheggiate dai portoghesi e gli spagnoli.

Una prima azione fu la divulgazione ufficiale della carta del nuovo mondo da parte di un dirigente francese. Dopo Colomb, Magellano la copierà anche alcuni anni più tardi in Portogallo ed in 1507 il duca della Lorena, René II la faranno pubblicare dal Gymnase vosgien, questo su istruzione del re della Francia che si interessava alla conquista del Canada ed è a Saint-Dié che il nome dell'America sarà dato a questo nuovo mondo dopo l'errore di un moine appassionato di geografia che avendo letto i resoconti di Amerigo Vespuci, propose il nome dell'America. Più tardi questo moine capì che il suo errore era minuscolo poiché il nome dato dai navigatori a questo continente verso il quale andavano seguendo la stella della mattina, Merica, era bene appena ma che la sua spiegazione era falsa. Era il continente dei descendants del Mérica, del pianeta blu e non il continente trovato da Amerigo Vespuci. Pierre chiese al gruppo perché, a loro parere, questi fatti erano stati respinti dalla storia e perché le scoperte archeologiche recenti non erano ammesse per smontare questa imposture della storia di Colomb? Perché disturbano l'università, istituzione sempre rispettosa del principio d'autorità e dell'papauté 

 

 trattato di Tordesillas

 La storia delle ricchezze e della loro proprietà

  Christophe Colomb         i conquistadores

biblioteca       accoglienza

Traduzioni italiane